Termografia

Campi di impiego della TERMOGRAFIA

La termografia è una tecnica di analisi ed indagine non distruttiva, che si basa sull’acquisizione di immagini nell’infrarosso; è tra le metodiche non distruttive maggiormente utilizzate nella diagnostica delle patologie edilizie.

Verifica dell’isolamento

La termografia consente di individuare le pareti fredde e tutte le aree di ponte termico, consentendo verificare la qualità dell’isolamento. La tecnica consente notevoli risparmi in merito agli interventi di riqualificazione energetica, poiché a seguito di una diagnosi, è possibile circoscrive l’intervento alle sole problematiche riscontrate e nelle specifiche zone, garantndo il risparmio e la amssima resa dell’intervento di riqualificazione energetica.

Verifica degli infissi

Analogamente alla verifiche sull’isolamento, la termografia consente di verifica la posa degli infissi e le zone di ponte termico, per verificare la necessita di sostituire gli infissi, oppure per verificare che siano stati installati correttamente. Anche gli infissi di qualità, se installati in modo improprio possono presentare zone di pote termico, che annullano il vantaggio derivante dalla capacità isolante dell’infisso stesso.

Verifica delle impermeabilizzazioni

La termografia risulta il metodo più semplice e veloce per verificare gli strati di impermeabilizzazione ed individuare eventuali perdite, senza alcun intervento materiale.

Analisi del degrado dovuto all’umidità

Le immagini termografiche permettono di individuare e quantificare l’estensione delle aree soggette a degrado dovuto all’umidità.

Ricerca infiltrazioni idriche

Uno degli utilizzi più frequenti della Termografia e la ricerca della cause, delle fonti o dei specifici punti in cui si manifestano le infiltrazioni idriche. La termografia consente di individuare le infiltrazioni in modo non distruttivo e piuttosto rapido. Il lavoro di ricerca si basa anche sull’interpretazione dei dati ottenuti e sulle specifiche condizioni, ma indubbiamente la termografia è uno strumento di notevole aiuto.

Ricerca tubazioni

E’ spesso necessario individuare le tubazioni nei massetti o nelle pareti, per impostare gli interventi di ristrutturazione o semplicemente per attività di diagnosi e perizia. La termografia permette di individuare le tubazioni di scarico o adduzione e di tracciarne lo sviluppo, senza dover intervenire su pavimenti e pareti.

Ricerca elementi costruttivi nascosti

La termografia può essere impiegata per individuare elementi o tecniche costruttive utilizzate, senza la necessità di attuare indagini invasive. E’ possibile ad esempio individuare la tessitura dei solai o delle pareti, anche di materiali diversi, risolvendo situazioni di incertezza.

Verifica quadri o impianti elettrici

La diagnosi termografica applicata ai quadri o ai dispositivi elettrici è utile ad individuare punti di sovraccarico sui quali si può intervenire direttamente anche in via preventiva.

Condizioni “attive” e “passive”

L’indagine termografica può essere condotta in condizioni passive, cioè è possibile analizzare gli elementi nella condizione ed alla temperatura a cui si trovano nel momento.

La diagnosi in condizioni attive, invece presuppone un riscaldamento forzato dell’elemento, per innescare flussi di calore, per evidenziare la diversa risposta e capacità termica degli elementi.

Influenza dei fattori ambientali e climatici

L’indagine termografica, come tutte le diagnosi strumentali, si basa su una interpretazione dei dati ottenuti tramite lo strumento, contestualizzati alla specifica condizione. Risulta evidente che operare in condizioni di irraggiamento eterogeneo della superficie o in condizioni di vento o pioggia altera i risultati.