Lucernari Finestre per tetti

Apertura nel tetto che consente di dare luce in genere ad ambienti privi di finestre

Lucernario | Soluzione tecnica

Il lucernario è una superficie a vetri disposta sia in piano, sia con inclinazione variabile, allo scopo di dar luce e aria agli ambienti sottostanti. Nella pratica dell’architettura riesce talvolta indispensabile far uso di lucernarî apribili o fissi, ma bisogna porre particolare cura nel loro impianto in maniera da evitare i molteplici inconvenienti cui possono dar luogo.

La superficie a vetri deve risultare facilmente accessibile sia per riparare le eventuali rotture sia e più per la pulizia delle lastre; a questo proposito osserveremo come le reti metalliche di protezione non debbano essere disposte aderenti ai vetri, bensì a un’altezza tale da essi, che sia sufficiente a permetterne la pulizia. Per rendere più sicuro e più agevole il compito agli operai si dispone intorno ai lucernarî una passerella pensile e inoltre, nel caso di lucernarî di grande superficie, si adottano vetri retinati e quindi atti a sostenere il peso di un uomo.

Accortezze per evitare Infiltrazioni

Quando in un lucernario le lastre siano disposte nel senso della lunghezza, si porrà cura a che le estremità di due lastre successive anziché aderire tra loro formino un certo angolo in modo che l’acqua, che per avventura si fosse infiltrata tra di esse, gelando e quindi aumentando di volume, non le spezzi.

Per ovviare a un altro inconveniente dei più gravi, dovuto alla condensazione dell’acqua sul lato del lucernario interno all’ambiente, si usa dare alle lastre una certa inclinazione in maniera che l’acqua scorra e venga quindi raccolta in un apposito canale, oppure si ricorre all’uso dei lucernarî doppî, cioè con una superficie vetrata sul piano del tetto e un’altra a livello del soffitto dell’ambiente; la camera d’aria che così risulta a una temperatura media tra quella atmosferica e quella ambiente, impedisce la condensazione. Questo sistema presenta però molti inconvenienti per la pulizia dei vetri.

Lucernari negli edifici industriali

Nei tetti a sega degli edifici industriali i lucernari risultano disposti quasi verticalmente senza che occorrano accorgimenti speciali; soltanto, al piede della vetrata, si disporrà un canaletto collegato con la gronda per raccogliere l’acqua di condensazione. Per i lucernarî composti da più lastre disposte in senso verticale la pendenza minima sarà di 45° ma siccome, nei climi meridionali, è raro che le falde dei tetti risultino così inclinate, si alzerà il colmo del lucernario al di sopra del tetto stesso fino a raggiungere l’inclinazione voluta.

I lucernari debbono spesso essere apribili, almeno in parte, cosa questa che si ottiene a mezzo di corde o di appositi comandi ad asta metallica. Non essendo peraltro consigliabile l’impiego d’infissi disposti su superficie inclinate, si preferisce applicare la superficie vetrata sopra una sorta di tamburo che permetta di aprire finestre in posizione verticale.

Gli ultimi progressi raggiunti dalla tecnica, ma specialmente la crescente diffusione dei profilati metallici, tendono a fare abbandonare, per fissare i vetri dei lucernarî, il vecchio sistema dello stucco, sostituendolo con speciali porta vetri. Esso consta di un profilato in ferro su cui corrono dei cordoni di ai quali aderisce la lastra di vetro costretta da un’apposita vite a dado o in qualche tipo, da una molla in lamiera metallica.

Ecobonus al 50%  o Bonus ristrutturazione per la sostituzione

I lucernari rientrano tra gli infissi al pari delle finestre tradizionali, quindi la loro sostituzione è soggetta a detrazione al 50 %, sia che vada in Bonus ristrutturazione o Ecobonus. I lucernari di vecchia generazione sono spesso soggetti a spifferi, vetri opacizzati, legno usurato, guarnizioni indurite; ingenerale gli infissi di 10 / 20 anni fa non disponevano comunemente di vetrate isolanti o resistenti, al a pari delle soluzioni tecniche odierne.

Sostituire l’infisso del vecchio lucernario spesso è una necessità tecnica, ma può essere impostata come un vero e proprio intervento di risparmio / riqualificazione energetica. Vetrate e pacchetti moderne, consentono no solo migliori resistenze e trasmittanze, ma anche schermature automatizzate e sistemi per l’aerazione automatica.