Cosa indicano i coefficienti SCOP e SEER

Prestazione delle pompe di calore

Coefficiente per il caldo ed il freddo

SCOP e SEER sono dei coefficienti di prestazione energetica tipici delle pompe di calore e dei climatizzatori. Le pompe di calore inverter di nuova generazione indicano entrambi i coefficienti:

  • Lo SCOP è un indice di efficienza stagionale per il riscaldamento
  • Lo SEER è un indice di efficienza stagionale per il raffrescamento

Più sono alti i valori, maggiore è l’efficienza stagionale.

SEER – indice di efficienza energetica stagionale

SEER misura l’efficienza energetica stagionale di refrigeratori calcolando il rapporto tra la domanda annua di raffreddamento e la produzione annua di energia. Esso tiene conto dell’efficienza energetica ottenuta per ciascuna temperatura esterna, ponderata per il numero di ore osservate per ciascuna di queste temperature, utilizzando i dati attuali del clima.

Per le applicazioni a bassa temperatura, l’indicatore è SEER12/7°, calcolato a una temperatura di entrata/uscita dell’acqua raffreddata pari a 12/7°, mentre per applicazioni a temperatura media SEER23/18° viene calcolato a condizioni di 23/18°.

È importante notare che SEER 23/18° può essere fino al 20% superiore rispetto a SEER 12/7°; pertanto, è di fondamentale importanza controllare le condizioni dell’acqua raffreddata utilizzata per determinare il SEER quando si confronta l’efficienza energetica stagionale dei refrigeratori.

SEER rappresenta un nuovo modo di misurare l’efficienza energetica reale di refrigeratori per la climatizzazione d’ambiente nel corso di un intero anno. Questo nuovo parametro fornisce un’indicazione più realistica dell’efficienza energetica reale e dell’impatto ambientale di un sistema di raffreddamento.

SCOP – coefficiente di prestazione stagionale

Il regolamento 813/2013 definisce l’efficienza energetica stagionale in Etas calore (ŋs calore). Ciò esprime SCOP in termini di energia primaria e consente così di confrontare l’efficienza energetica di unità che utilizzano diverse fonti di energia. SCOP misura l’efficienza energetica stagionale di pompe di calore calcolando il rapporto tra la domanda annua di riscaldamento e la produzione annua di energia. Esso tiene conto dell’efficienza energetica ottenuta a ciascuna temperatura esterna di un clima medio, ponderata per il numero di ore osservate per ciascuna di queste temperature.

SCOP è un nuovo modo di misurare l’efficienza energetica reale di pompe di calore nel corso di un intero anno. Questo nuovo parametro fornisce un’indicazione più realistica dell’efficienza energetica reale e dell’impatto ambientale del sistema di raffreddamento.

Etichettatura energetica

Inoltre, il regolamento europeo per l’etichettatura energetica 811/2013 classifica le pompe di calore fino a 70 kW da G a A++, in base alla loro efficienza energetica. Questa migliore informazione dei consumatori spinge il mercato verso prodotti più efficienti sul piano energetico.

Da settembre 2019 le classi E, F e G non esistono più. La classe A+++ identifica i prodotti più efficienti sotto il profilo energetico.

A sostituzione del COP e l’EER

EER per il raffrescamento ed il COP per il riscaldamento, sono ormai cosa del passato nell’etichettatura commerciale, poiché l’attenzione è focalizzata sull’efficienza stagionale.

L’indice di efficienza energetica stagionale (SEER) e il coefficiente di prestazione stagionale (SCOP) garantiscono tutti una valutazione precisa dell’energia effettivamente consumata da refrigeratori e pompe di calore, includendo variazioni stagionali nelle loro misurazioni durante l’arco dell’anno, nella specifica fascia climatica

I precedenti parametri (EER e COP) misuravano le operazioni soltanto in un singolo punto, a pieno carico termico ed erano pertanto meno rappresentativi del consumo in tutte le stagioni di raffreddamento e riscaldamento.

Sono diventati del tutto inutili COP e EER?

Assolutamente no. I coefficienti di prestazione classici COP ed EER a pieno carico, sono degli indici indispensabili per comprendere la bontà di una pompa di calore, anche se non hanno una valenza stagionale e relativa, utile a livello commerciale come lo SCOP e l’EER.

I valori  COP ed EER generalmente sono più bassi dei relativi valori SCOP e SEER.

 

 

Lascia un commento