Classificazione generale degli edifici per categorie

Art. 3 Dpr 412 / 1993

Il Dpr 412/1993 introduceva i seguenti aspetti:

  1. classificazione del territorio nazionale in relazione alle zone climatiche territoriali
  2. Classificazione generale degli edifici per categorie, in base alla loro destinazione d’uso
  3. individuazione dei criteri di progettazione energetica
  4. Individuazione della zona climatica e dei gradi giorno

Art. 3. Classificazione generale degli edifici per categorie

  1. Gli edifici sono classificati in base alla loro destinazione d’uso nelle seguenti categorie:
    • E.1 Edifici adibiti a residenza e assimilabili:
      • E.1(1) abitazioni adibite a residenza con carattere continuativo, quali abitazioni civili e rurali, collegi, conventi, case di pena, caserme;
      • E.1(2) abitazioni adibite a residenza con occupazione saltuaria, quali case per vacanze, fine settimana e simili;
      • E.1(3) edifici adibiti ad albergo, pensione ed attività similari;
    • E.2 Edifici adibiti a uffici e assimilabili:
      • pubblici o privati, indipendenti o contigui a costruzioni adibite anche ad attività industriali o artigianali, purché siano da tali costruzioni scorporabili agli effetti dell’isolamento termico;
    • E.3 Edifici adibiti a ospedali, cliniche o case di cura
      • e assimilabili ivi compresi quelli adibiti a ricovero o cura di minori o anziani nonché le strutture protette per l’assistenza ed il recupero dei tossico-dipendenti e di altri soggetti affidati a servizi sociali pubblici;
    • E.4 Edifici adibiti ad attività ricreative o di culto e assimilabili:
      • E.4(1) quali cinema e teatri, sale di riunioni per congressi;
      • E.4(2) quali mostre, musei e biblioteche, luoghi di culto;
      • E.4(3) quali bar, ristoranti, sale da ballo;
    • E.5 Edifici adibiti ad attività commerciali e assimilabili:
      • quali negozi, magazzini di vendita all’ingrosso o al minuto, supermercati, esposizioni;
    • E.6 Edifici adibiti ad attività sportive:
      • E.6(1) piscine, saune e assimilabili;
      • E.6(2) palestre e assimilabili;
      • E.6(3) servizi di supporto alle attività sportive;
    • E.7 Edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli e assimilabili;
    • E.8 Edifici adibiti ad attività industriali ed artigianali e assimilabili.
  2. Qualora un edificio sia costituito da parti individuali come appartenenti a categorie diverse, le stesse devono essere considerate separatamente e cioè ciascuna nella categoria che le compete