Certificazione AQE a Roma e provincia

Attestato di Qualificazione Energetica

per fine lavori di ristrutturazione e riqualificazione energetica

*preventivo non valido per i certificazioni AQE post Superbonus 110 %

Certificazione AQE | Attestato di Qualificazione Energetica | Roma

La certificazione energetica AQE, Attestato di Qualificazione Energetica, è un documento che sintetizza le caratteristiche energetiche dell’ edificio o dell’immobile. Contiene indicazione della classe energetica di appartenenza ed i fabbisogni di energia primaria a seguito di un intervento di ristrutturazione. 

Va presentato al comune in sede di dichiarazione di fine lavori e deve essere firmato da tecnico abilitato e/o dal direttore dei lavori.  Contiene i dati relativi all’edificio o all’immobile, agli impianti così come realizzati definiti nelle loro caratteristiche salienti di efficienza, potenza e funzionamento.

Il modello della certificazione AQE, Attestato di Qualificazione Energetica, è riportato nell’Allegato 5 del DM 26/06/2009. Il metodo di calcolo è quello previsto dall’Allegato B del DM 26/06/2009 e dalle UNITS 11300 e successive integrazioni.

La Dichiarazione di fine lavori è inefficace (non valida) nel caso in cui manchi la certificazione AQE a seguito di interventi inerenti.
Sono inoltre previste sanzioni per la mancata presentazione dell’AQE, dell’ordine di 500 € – 3000 €.

Per quali interventi è necessaria la certificazione AQE, attestato di qualificazione energetica?

La Relazione tecnica ex Legge 10 e la certificazione energetica AQE, devono essere prodotte nel caso in cui si ricada in quanto previsto nell’art. 3 comma 1 lettera a) e comma 2 lett. a) e b) del DLgs 192/2005 , ovvero per gli interventi:

  • edifici di nuova costruzione e ristrutturazione integrale di edifici con SU maggiore di 1000m2
  • ristrutturazione parziale, manutenzione straordinaria (applicazione dei requisiti minimi DPR 59/2009 limitata)
  • nuovo impianto termico o ristrutturazione impianto termico esistente (applicazione dei requisiti minimi DPR 59/2009 limitata)
  • sostituzione generatore di calore (applicazione dei requisiti minimi DPR 59/2009 limitata)

In linea generale va presentata la certificazione AQE, Attestato di Qualificazione Energetica, per tutti quegli interventi che variano la prestazione energetica dell’immobile, quali la sostituzione del generatore o la sua integrazione, interventi di coibentazione, ecc.

Gran parte degli interventi che rientrano nella comunicazione ENEA in Ecobonus necessitano di certificazione energetica AQE.

Casi di esclusione dall’obbligo di AQE

Esiste una limitata casistica che viene esclusa in deroga dall’obbligo di AQE, in riferimento alla classificazione degli immobili o all’intervento specifico messo in opera.

Differenze tra la certificazione AQE e APE

La certificazione AQE, Attestato di Qualificazione Energetica, la cui disciplina è stata introdotta dal D.Lgs. 311/2006 e confermata dal D.L. 63/2013, svolge il ruolo di strumento di controllo “ex post” del rispetto, in fase di costruzione o ristrutturazione degli edifici, delle prescrizioni volte a migliorarne le prestazioni energetiche. Deve essere redatto con i contenuti minimi di cui allo schema riportato nell’allegato 5 delle Linee guida nazionali per la certificazione energetica.

La certificazione energetica APE ,Attestato di Prestazione Energetica, che ha sostituito dal 6 giugno 2013 il precedente Attestato di Certificazione Energetica, la cui disciplina è stata introdotta dal D.L. 63/2013, svolge invece il ruolo di strumento di informazione del proprietario, dell’acquirente e/o del locatario circa la prestazione energetica ed il grado di efficienza energetica degli edifici. Oltre a fornire all’utente raccomandazioni per il miglioramento dell’efficienza energetica, con le proposte degli interventi più significativi ed economicamente più convenienti, l’APE deve contenere tutti i dati che consentono di valutare e confrontare edifici diversi e quindi di scegliere l’edificio da acquistare o da locare in base alla prestazione energetica.

Soggetti certificatori | Certificazione AQE e APE

Le due certificazioni si distinguono anche per i soggetti certificatori. La certificazione AQE può essere predisposta ed asseverata da un professionista abilitato alla progettazione o alla realizzazione dell’edificio non necessariamente estraneo alla proprietà o ai lavori, anzi nella stragrande maggioranza dei casi, il certificatore corrisponde con il Direttore dei Lavori.

La certificazione energetica APE, Attestato di Prestazione Energetica, invece dovrà essere rilasciata da esperti indipendenti, quindi esclusi parenti ed affini alla proprietà fino al quarto grado.

AQE ed APE | Quando servono | esempi applicativi per la fine dei lavori

ESEMPIO 1 | Intervento di nuova costruzione di edificio residenziale.

Documenti da produrre per il Permesso di Costruire:
  • Relazione tecnica ex legge 10 / 91, da presentare in Comune in sede di Dichiarazione di Inizio lavori, a firma solo del/i progettista/i, con riportato il rispetto dei requisiti minimi (indice EP – Allegato C DLgs 192/2005 e DPR 59/2009)

  • Certificazione AQE Attestato di Qualificazione Energetica, da presentare in Comune in sede di Dichiarazione di Fine lavori a firma del/i progettista/i e del Direttore/i dei Lavori, con riportato il rispetto dei requisiti minimi così come realizzati (indice EP – Allegato C DLgs 192/2005 e DPR 59/2009) • Il costruttore dovrà consegnare al proprietario, locatario o avente titolo l’Attestato di Certificazione Energetica, con indicato il valore dell’indice EP, la Classe Energetica e gli interventi migliorativi.

ESEMPIO 2 | Intervento di ristrutturazione edificio esistente con SU maggiore di 1000m2 con demolizione e fedele ricostruzione.

Documenti da produrre per il Permesso di Costruire:

• identico all’esempio 2, in quanto ricade nell’art. 3 comma 2 lett. a) punto 2.

ESEMPIO 3 | Intervento di ristrutturazione edificio esistente, rifacimento pareti esterne, pavimenti e pareti divisorie interne (tramezzi).

Documenti da produrre per il Permesso di Costruire o Denuncia di Inizio Attività:
  • Relazione tecnica ex legge 10 / 91, da presentare in Comune in sede di Dichiarazione di Inizio lavori, a firma solo del/i progettista/i, con riportato il rispetto dei requisiti minimi relativi alle sole pareti esterne trasmittanza Allegato C DLgs 192/2005 e smi e DPR 59/2009

  • Certificazione AQE Attestato di Qualificazione Energetica, da presentare in Comune in sede di Dichiarazione di Fine lavori a firma del/i progettista/i e del Direttore/i dei Lavori, con riportato il rispetto dei requisiti minimi così come realizzati (trasmittanze) Non è richiesto la redazione dell’Attestato di Certificazione Energetica

ESEMPIO 4 | Intervento di restauro edificio esistente ricadente nell’ambito della tutela del TU 42/2004 codice dei beni culturali

Documenti da produrre per il Permesso di Costruire o Scia, Scia alternativa:
  • Non è richiesta la Relazione tecnica Ex Legge 10, perché l’edificio è escluso dall’applicazione dei requisiti minimi art. 3 comma 3 lett. a) DLgs 192/2005

  • Non è richiesto l’Attestato di Qualificazione

  • L’Attestato di Prestazione Energetica non è richiesto

ESEMPIO 5 | Intervento di ampliamento di edificio esistente maggiore del 20% del volume esistente con rifacimento impianto termico.

Documenti da produrre per il Permesso di Costruire:
  • Relazione tecnica, da presentare in Comune in sede di Dichiarazione di Inizio lavori, a firma solo del/i progettista/i, con riportato il rispetto dei requisiti minimi (trasmittanze pareti, rendimento medio globale termico, ecc…– Allegato C DLgs 192/2005 e DPR 59/2009)

  • Certificato AQE Attestato di Qualificazione Energetica, da presentare in Comune in sede di Dichiarazione di Fine lavori a firma del/i progettista/i e del Direttore/i dei Lavori, con riportato il rispetto dei requisiti minimi così come realizzati

  • Non è richiesto la redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica.

ESEMPIO 6 | Intervento di ristrutturazione edificio esistente, rifacimento pareti interne (tramezze) e tinteggiatura interna.

Documenti da produrre per il Permesso di Costruire o Denuncia di Inizio Attività:
  • Non è richiesta la Relazione tecnica ex legge 10, in quanto l’intervento non ricade tra quelli di applicazione dei requisiti minimi art. 3 comma 3 lett. a) DLgs 192/2005, a meno che non si tratti di pareti divisorie tra più unità immobiliari che dovranno avere trasmittanza U< 0,80 W/m2K • Non è richiesto l’Attestato di Qualificazione

  • Non è richiesto la redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica

ESEMPIO 7 | Intervento di ristrutturazione edificio esistente, rifacimento impianto termico e nuovo impianto a pannelli radianti.

Documenti da produrre per il Permesso di Costruire o Denuncia di Inizio Attività:
  • Relazione tecnica, da presentare in Comune in sede di Dichiarazione di Inizio lavori, a firma solo del/i progettista/i, con riportato il rispetto dei requisiti minimi (rendimento medio globale termico – Allegato C DLgs 192/2005 e DPR 59/2009)

  • Attestato di Qualificazione Energetica, da presentare in Comune in sede di Dichiarazione di Fine lavori a firma del/i progettista/i e del Direttore/i dei Lavori, con riportato il rispetto dei requisiti minimi così come realizzati

  • Non è richiesto la redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica

ESEMPIO 8 | Intervento di ristrutturazione edificio esistente, rifacimento pareti divisorie interne (tramezzi), impianto elettrico e vendita dell’appartamento

Documenti da produrre per il Permesso di Costruire o la SCIA ALTERNATIVA:
  • Non è richiesta la Relazione tecnica in quanto l’intervento non riguarda aspetti energetici prevista dai requisiti minimi DLgs 192/2005 e smi e DPR 59/2009

  • Non è richiesta la certificazione AQE, Attestato di Qualificazione Energetica

  • È richiesta la redazione del Certificato AQE e dell’ Attestato di Prestazione Energetica, dopo la fine dei lavori ai fini della compravendita.

ESEMPIO 9 | Intervento di sostituzione generatore di calore con Potenza utile minore di 35 kW

  • Non è richiesta la Relazione tecnica, ma la Dichiarazione di conformità DM 37/2008 dell’installatore;

  • Certificazione AQE Attestato di qualificazione Energetica è richiesto

  • Non è richiesto la redazione del Certificato AQE o Attestato di Prestazione Energetica, ma deve essere conservato il libretto di impianto.

ESEMPIO 10 | Compravendita edificio esistente con o senza impianti termici, ma senza interventi

Documenti da produrre:

Cessione del credito e Sconto in fattura

Documentazione cessione del credito Ecobonus

2020-07-09