ASSEVERAZIONE

Limiti di prestazione e trasmittanza

Ecobonus 65 % e Bonus 110%

ROMA E PROVINCIA

Infissi | Asseverazione dei limiti di trasmittanza | Ecobonus

I produttori di infissi che non dispongono di certificazione UNI, con la relativa omologazione in laboratorio, necessitano di asseverazione dei valori di trasmittanza degli infissi prodotti. Ad esempio producendo infissi su misura, anche disponendo della certificazioni del profilo tipo e dei vetri accoppiati, non si ha il valore di trasmittanza globale Uw, che va calcolato e asseverato infisso per infisso.

L’asseverazione dei valori di trasmittanza degli infissi è indispensabile ai produttori ed ai clienti, per usufruire delle detrazioni fiscali ENEA in Ecobonus per la sostituzione degli infissi.

Asseverazione infissi su misura

Il calcolo della trasmittanza e l’asseverazione dei limiti di trasmittanza, si basano sui dati relativi ai profili standard del produttore, sulle dimensioni specifiche e sulla configurazione e l’accoppiamento dei vetri, delle camere d’aria e dei trattamenti specifici.

Asseverazione trasmittanza cappotti e soluzioni per l’isolamento

Negli interventi di riqualificazione energetica e di ristrutturazione in CILA, SCIA, SCIA alternativa, che prevedono la messa in opera di materiali isolanti, diventa indispensabile la verifica della trasmittanza del pacchetto da mettere in opera, per rientrare nei requisiti minimi di legge, oppure nelle detrazioni fiscali dell’Ecobonus per l’isolamento ed attinenti.

Il valore della trasmittanza calcolato e verificato, necessita di apposita asseverazione, affinché sia utilizzabile e spendibile nelle Detrazioni fiscali in Ecobonus al 65 %. Quindi tutte le soluzioni di intervento a cappotto necessitano di un calcolo della trasmittanza riferito a tutto il pacchetto murario o di copertura e non solo i valori di trasmittanza dell’isolante messo in opera.

Può capitare che un ottimo isolante, non sia comunque sufficiente a raggiungere il limite delle detrazioni, quindi va precalcolato tutto il pacchetto.

Asseverazioni per il Superbonus al 110%

informazioni in fase di aggiornamento

Per poter beneficiare del superbonus al 110%, è necessario rispettare gli adempimenti ordinariamente previsti, come da guide ufficiali, a fronte degli interventi di efficientamento energetico e antisismici. Per gli interventi di efficientamento energetico, l’asseverazione deve dimostrare che l’intervento realizzato è conforme ai requisiti tecnici richiesti e che le spese sostenute sono congrue agli interventi agevolati effettuati.

L’asseverazione tecnica prevista (articolo 14, comma 3-ter, D.L. 63/2013) definisce i requisiti tecnici, che devono soddisfare gli interventi che beneficiano delle agevolazioni, nonché dei massimali di costo specifici per singola tipologia di intervento. Con lo stesso decreto sono poi individuate le procedure e le modalità di esecuzione di controlli a campione che saranno eventualmente eseguiti dall’ENEA.

Stati di avanzamento dei lavori

Il certificato di asseverazione, può avere ad oggetto gli interventi conclusi o interventi in uno stato di avanzamento SAL delle opere almeno del 30% del valore economico complessivo dei lavori preventivato.

Gli stati avanzamento lavori non possono essere più di due per ciascun intervento, quindi l’asseverazione, non può essere presentata più di due volte per ciascun intervento, e deve comunque essere seguita dall’asseverazione relativa ai lavori conclusi.

Per informazioni specifiche si fa riferimento al portale ROMA110 .

Portale informativo sulla normativa e sulle linee Guida del Governo, Mise, ENEA ed Agenzia delle Entrate.

Asseverazione limiti ENEA per caldaie e pompe di calore

Gli interventi di sostituzione del generatore di calore con caldaia a condensazione o pompa di calore in determinate circostanze necessitano di apposita asseverazione, in merito ai requisiti previsti per l’accesso alle detrazioni fiscali in Ecobonus al 65 %.

Le pompe di calore oggetto di installazione devono garantire un coefficiente di prestazione (COP/GUE) e, qualora l’apparecchio fornisca anche il servizio di climatizzazione estiva, un indice di efficienza energetica (EER) almeno pari ai pertinenti valori minimi, fissati nell’allegato I al D.M. 06/08/2009.

Servizio di asseverazione

Il servizio di asseverazione non viene fornito separatamente, cioè disgiunto dalla pratica inerente, sia essa di natura Edilizia, energetica o comunicazione ENEA.