APE | Convenzionale per il Superbonus al 110 %

CERTIFICAZIONE ENERGETICA | ANTE E POST OPERA

Roma e provincia

PAGINA INFORMATIVA | APE convenzionale per superbonus 110

Cosa è l’APE convenzionale

L’APE convenzionale è il documento introdotto dal Decreto Requisiti Tecnici del 6 agosto 2020 per gli interventi di riqualificazione energetica con il Superbonus. L’Attestato di Prestazione Energetica convenzionale include in realtà due documenti:

  • l’APE pre
  • l’APE post intervento

Assieme servono a verificare il salto minimo di due classi energetiche necessario per il Superbonus 110 %.

L’APE convenzionale calcola l’efficienza energetica di un edificio costituito da più unità immobiliari, ad esempio il condominio, nella sua interezza. Per ottenerlo si sommano i prodotti degli indici delle singole unità immobiliari di un intero edificio e si divide il risultato per la superficie utile complessiva dell’edificio stesso.

Questo nuovo documento, che non va confuso con il classico Attestato di Prestazione Energetica, è il più discusso e controverso tra le pratiche per il Superbonus 110 %.

Ape convenzionale per il Superbonus 110 | prefattibilità

Il calcolo energetico va eseguito sin dalla verifica di fattibilità dell’intervento, così come una diagnosi energetica, in grado di definire gli interventi migliorativi e calcolare l’APE per verificare il salto di 2 classi necessario. Per asseverare il miglioramento della doppia classe energetica dell’edificio, occorre comunque terminare i lavori (o SAL di almeno il 30%) e poi redigere l’APE post operam.

Certificato APE convenzionale negli edifici condominiali

Per quanto concerne l’APE per un edificio condominiale (o con più unità immobiliari), è stato chiarito dal DM MiSE 6 agosto 2020 (punto 12 dell’Allegato A) che ha introdotto il concetto di APE convenzionale, che è:

  • un’attestato predisposto da un tecnico abilitato nella forma di dichiarazione sostitutiva di atto notorio;
  • valido esclusivamente ai fini dell’attestazione del passaggio delle 2 classi energetiche per edifici con più unità immobiliari (condomini).

Quali sono le differenze con l’APE | Attestato di Prestazione Energetica classico

L’APE Convenzionale non è un Attestato di Prestazione Energetica “tradizionale”, ma è un documento nato appositamente per il Superbonus, con l’unico obiettivo di dimostrare il miglioramento di due classi energetiche tra la situazione ANTE intervento e quella POST intervento.

Per accedere all’incentivo del 110% infatti:

  • è necessario scegliere almeno uno tra gli interventi trainanti previsti
  • gli interventi trainanti e trainati, insieme devono permettere il miglioramento di almeno due classi energetiche tra la situazione ANTE intervento e quella POST intervento.

Il miglioramento di 2 classi energetiche è dimostrato nell’APE Convenzionale che è costituito dall’APE PRE e APE POST intervento:

  • indica la prestazione raggiunta dall’edificio grazie ai lavori del Superbonus 110 %
  • va allegato alle asseverazioni
  • va riportato sul portale ENEA per il SuperBonus

L’APE Convenzionale

  1. è costituito da due attestati, PRE e POST intervento, sono documenti progettuali
  2. possono essere sempre redatti dallo stesso progettista dei lavori, senza vincolo di terzietà ed indipendenza.
  3. nel caso di edificio pluri immobiliare vengono elaborati per l’intero edificio e non per la sola singola unità come per l’APE tradizionale
  4. non necessitano di deposito nei catasti regionali

Calcolo della parcella per l’APE convenzionale

Il calcolo della parcella delle APE convenzionale per superbonus 110, come da normativa vigente e decreti legge, si attesta sulle quote massime previste nel Il D.M. 17/06/2016, in relazione all’entità dell’opera specifica. Le parcelle professionali sono perciò da determinare caso per caso, ma predefinite dai valori delle tariffe delle professioni regolamentate in ordini e collegi professionali.


CONTENUTI ATTINENTI 

www.praticheEdilizieRoma.it